CERCA IN IDEAMAGAZINE.NET

 

 MOSTRE ITALIA

MuDeTo Collection - Vol. V | Associazione MuDeTo APS - Museo del Design Toscano

Associazione MuDeTo APS - Museo del Design Toscano
 DA APRILE / FROM APRIL 2022 | MuDeTo Collection - Vol. V 
www.mudeto.it/yearbook2019_21.htm

Olafur Eliasson: Nel tuo tempo | Palazzo Strozzi, Piazza Strozzi - FirenzeLa Fondazione Palazzo Strozzi presenta Olafur Eliasson: Nel tuo tempo, la più grande mostra mai realizzata in Italia dedicata a uno degli artisti contemporanei più originali e visionari della nostra epoca. Celebre per installazioni immersive che mettono al centro il visitatore, Olafur Eliasson ci invita a riflettere sull'idea di esperienza condivisa e relazionale della realtà.
Curata da Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, la mostra è il risultato del lavoro diretto di Olafur Eliasson sugli spazi di Palazzo Strozzi. L'artista lavora su tutti gli ambienti rinascimentali, dal cortile al Piano Nobile alla Strozzina, creando un percorso coinvolgente tra nuove installazioni e opere storiche che utilizzano elementi come il colore, l'acqua e la luce per creare un'interazione con nostri sensi e lo spazio rinascimentale. Il contesto architettonico, storico e simbolico del palazzo viene così ripensato esaltando il ruolo del pubblico come parte integrante delle opere.
La mostra si tiene in concomitanza con la presentazione di una nuova installazione site specific dell'artista per il Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea che sarà aperta al pubblico dal 3 novembre 2022.
Aperta fino al 22 gennaio 2022.


Palazzo Strozzi
 > 22 JAN. 2023 
Piazza Strozzi - Firenze

L'arte inquieta. L'urgenza della creazione. Paesaggi interiori, mappe, volti. 140 opere da Paul Klee ad Anselm Kiefer | Palazzo Magnani, Corso Garibaldi, 31 - Reggio Emilia A Palazzo Magnani è in corso fino al 12 marzo 2023 quella che si prospetta essere la mostra più originale della stagione: L'arte inquieta. L'urgenza della creazione. Paesaggi interiori, mappe, volti. 140 opere da Paul Klee ad Anselm Kiefer.
Un percorso espositivo che esplora il tema dell'identità, un'identità inquieta che interroga il nostro tempo, attraverso dipinti, sculture, disegni, grafiche e libri d'artista di 57 artisti.
La mostra presenta una selezione di autori che hanno guardato alla propria realtà interiore e al mondo, dove "l'arte inquieta" è figlia di vicende personali e collettive, di quell'urgenza espressiva dell'artista e dell'esplorazione degli infiniti volti ed espressioni dell'identità umana.
Una mostra dove dialogano autori di poetiche fondative la nostra modernità con opere talvolta provenienti da mondi esclusi, oggi considerate un prezioso e necessario archivio dell'immaginario: l'art brut, dunque Carla Accardi, Alighiero Boetti, Jean Dubuffet, Max Ernst, Alberto Giacometti, Keith Haring, Emilio Isgrò, Paul Klee, Anselm Kiefer, Maria Lai, Antonio Ligabue, Zoran Music, Emil Nolde, Yves Tanguy sono solo alcuni degli artisti presenti in mostra che saranno, inoltre, messi in dialogo con autori le cui opere inedite provengono dall'Archivio del San Lazzaro del Museo di Storia della Psichiatria di Reggio Emilia, oggi una tra le maggiori collezioni nel campo in Europa.
Orari: mercoledì e giovedì: 10-13 e 15-18, venerdì, sabato, domenica e festivi: 10-19, 8 e 26 Dicembre: 10-19, 1 Gennaio: 15-19. Chiuso il 24, 25 e 31 dicembre.


Palazzo Magnani
 > 12 MAR. 2023 
Corso Garibaldi, 31 - Reggio Emilia
Tel +39 0522 444446 +39 0522 454437
info@palazzomagnani.it

Hot Spot. Caring for a burning world | Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea, Viale delle Belle Arti, 131 - Roma La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea presenta, fino al 26 febbraio 2023, la collettiva Hot Spot. Caring for a burning world, a cura di Gerardo Mosquera.
"Hot Spot" prende il titolo dall'omonima opera di Mona Hatoum (Hot Spot, 2013) inclusa in mostra: una grande installazione in ferro e neon che raffigura il pianeta Terra acceso da una luce rossa che simboleggia i conflitti che lo rendono rovente. L'opera racconta di come il modo dirompente con cui è stata organizzata la società umana sembri condurre alla catastrofe ambientale.
Il fallimento del progetto moderno e della possibilità stessa di uno sviluppo armonioso dell'umanità nel suo ambiente è oggigiorno molto più che evidente e si colloca con forza al centro del dibattito contemporaneo.
Il percorso espositivo riunisce le molteplici reazioni a queste condizioni da parte degli artisti, attraverso la forza poetica dell'arte.


Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea
 > 26 FEB. 2023 
Viale delle Belle Arti, 131 - Roma

Haze. Contemporary Art From South Asia | Fondazione Elpis, Via Orti, 25 - Milano Fondazione Elpis presenta fino al 5 marzo 2023 la mostra collettiva Haze. Contemporary Art From South Asia, a cura di HH Art Spaces e Mario D'Souza.
Progetto ambizioso, pensato appositamente per i nuovi spazi espositivi di Fondazione Elpis, Haze vuole offrire uno sguardo inedito sull'arte contemporanea dell'Asia meridionale e raccontare il ruolo delle arti visive nella narrazione di una crisi globale che investe diversi livelli: ecologico, politico e socio-culturale. Da giovedì a domenica, h 12-19.


Fondazione Elpis
 > 05 MAR. 2023 
Via Orti, 25 - Milano
www.fondazioneelpis.org

D. Caciagli, R. Corti, G. Morelli, A. Orfeo, R. Ruberti, V. Taddei. Giorno dopo giorno | Spazio 165, Via Vittorio Emanuele, 165 - Camaiore (Lu) Presso lo Spazio 165 a Camaiore (Lu), il 3 dicembre 2022 si inaugura la rassegna di pittura Giorno dopo giorno.
In questa occasione verrà presentato il Calendario 2023 della galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio: un elegante oggetto da tavolo, illustrato con le immagini di alcune delle opere in mostra, su progetto grafico di Gianni Costa, direttore della galleria.
Nella rassegna saranno esposti recenti dipinti di sei tra i più significativi artisti dalla galleria viareggina: Daniela Caciagli, Riccardo Corti, Guido Morelli, Armando Orfeo, Riccardo Ruberti e Valente Taddei.
I sei autori sono uniti da un profondo spirito di ricerca nell'ambito della pittura figurativa contemporanea.
La mostra, curata da Gianni Costa, sarà aperta fino al 14 gennaio 2023, dal martedì alla domenica, con orario 16 - 19.


Spazio 165
 > 14 JAN. 2023 
Via Vittorio Emanuele, 165 - Camaiore (Lu)
Infoline: 333 2318925
Web: www.mercurioviareggio.com/giornodopogiorno.htm

Keith Haring. Radiant Vision | Orangerie della Reggia di Monza, Monza La pop art di Keith Haring arriva in Italia con la mostra Keith Haring. Radiant Vision nell'Orangerie della Reggia di Monza fino al 29 gennaio 2023.
Oltre 100 opere del più celebre artista pop degli anni '80, provenienti da una collezione privata, tra litografie, serigrafie, disegni su carta e manifesti, illustrano l'intero arco della breve ma prolifica carriera di Haring, esaminando diversi aspetti della vita e della produzione dell'artista, tra cui i disegni in metropolitana e la street art, le mostre in alcune delle più famose gallerie di New York, il Pop Shop e il suo lavoro commerciale.
Sostenitore della de-escalation nucleare, dei diritti civili, del benessere dei bambini e della consapevolezza dell'AIDS, Haring ha trascorso la sua carriera realizzando poster, opere d'arte pubblica e commissioni di beneficenza a sostegno di queste cause vitali.
In mostra i visitatori riconosceranno immediatamente gli iconici "Radiant Baby", che hanno permeato la cultura americana negli anni '80 e sono diventati simboli emblematici dell'epoca. Le immagini sono potenti esempi di come Haring ha combattuto per il cambiamento usando l'arte come piattaforma per il suo attivismo.
Martedì - Domenica h. 10-19. Chiusa lunedì.


Orangerie della Reggia di Monza
 > 29 JAN. 2022 
Monza

Max Frintrop. Mad Max | A+B Gallery, Corsetto Sant'Agata 22 - 25121 Brescia A+B Gallery presenta Mad Max la terza personale di Max Frintrop negli spazi della galleria a partire da sabato 26 novembre fino al 24 gennaio 2023. L'artista espone una nuova serie di lavori pittorici su tela, tutti di grande formato, oltre a un'edizione di dieci acquerelli di medio formato, del tutto inediti.
Frintrop ha trovato la scritta Mad Max vicino al suo studio e ha deciso di utilizzarla come immagine guida per la mostra. La referenza apocalittica, l'universalità di un luogo intimo, il gioco di parole sul proprio nome, sono solo alcuni dei motivi che rendono questo titolo adatto all'occasione.


A+B Gallery
 > 24 JAN. 2023 
Corsetto Sant'Agata 22 - 25121 Brescia
gallery@aplusbg.it
www.aplusbgallery.it

Galileo Chini. Ceramiche tra liberty e déco | MIC Faenza, Viale Baccarini, 19 - Faenza (Ravenna) Il Museo Internazionale delle Ceramiche ospita, dal 26 novembre al 14 maggio 2023, la mostra Galileo Chini. Ceramiche tra liberty e déco.
La mostra, curata da Claudia Casali e Valerio Terraroli, espone circa centocinquanta pezzi tra ceramiche (tra cui diversi inediti) e disegni preparatori a documentare le varie fasi di attività di uno dei più importanti protagonisti italiani dell'epoca Liberty.

Chini fu artista poliedrico, versatile, tra i pionieri del Liberty in Italia, della fine Ottocento inizi Novecento, ma anche affinatore del gusto déco sviluppatosi nel ventennio. Egli si dedicò con passione all'arte della ceramica, con una varia e molteplice produzione originale e personalissima, ma anche alla pittura e all'affresco.

L'opera ceramica di Chini verrà raccontata attraverso un percorso ceramico ricco con approfondimenti scenografici a ricreare l'ambiente storico e culturale in cui l'artista operò.


MIC Faenza
 > 14 MAY 2023 
Viale Baccarini, 19 - Faenza (Ravenna)

Raffaele Cioffi. Luce Ombra Pittura | LaGalleria. Arte Contemporanea, Piazza Sordello, 40 - Mantova Una visione essenziale della pittura, un'astrazione assoluta che vuole porre il visitatore al centro di una profonda esperienza visiva e sensoriale.
La mostra Luce Ombra Pittura dell'artista Raffaele Cioffi, in programma negli spazi de "LaGalleria" del Museo Nazionale del Palazzo Ducale di Mantova dal 19 novembre al 31 dicembre 2022, patrocinata dal Comune di Mantova e curata da Alberto Barranco di Valdivieso, si snoda lungo tre sale per una riflessione sul percorso pittorico di Cioffi degli ultimi due anni: un universo poetico narrato attraverso diciassette tele, quasi tutte di grandi dimensioni, che offrono un nuovo orizzonte interpretativo che va oltre la pittura stessa e che chiede al visitatore di "entrare dentro" le opere e "attraversarle", per ritrovarsi in un'altra dimensione.
Museo Nazionale del Palazzo Ducale
Orari di apertura venerdì 15.00-18.00, sabato e domenica 10.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00, 8 Dicembre 10.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00, 27, 28, 29, 30 Dicembre 15.00 - 18.00.


LaGalleria. Arte Contemporanea
 > 31 DEC. 2022 
Piazza Sordello, 40 - Mantova

Premio Marche 2022 - Biennale d'arte contemporanea | Rassegna regionale Sala delle Grandi cucine di Palazzo Ducale, Piazza Rinascimento, 13 - 61029 Urbino PU Il Palazzo Ducale di Urbino ospita il Premio Marche 2022 - Biennale d'arte contemporanea nella doppia veste di rassegna regionale e di mostra monografica con nomi di assoluta eccellenza. La Sala delle Grandi cucine di Palazzo Ducale dal 19 novembre 2022 fino al 22 gennaio 2023 ospiterà la Rassegna regionale delle opere di una cinquantina di artisti marchigiani, o operanti nella regione Marche.
Fino al 22 gennaio 2023. Orari: Da martedì fino a domenica ore 8.30-19.15 (il lunedì, il 25.12.2022 e il 01.01.2023 chiuso).


Rassegna regionale Sala delle Grandi cucine di Palazzo Ducale
 > 22 JAN. 2023 
Piazza Rinascimento, 13 - 61029 Urbino PU
Tel. 0722.2760
gan-mar@cultura.gov.it

Aspetti del disegno negli artisti marchigiani del Novecento | Galleria Civica Albani | Piazza Pascoli, 1 - 61029 Urbino PU Sempre a Urbino, ma alla Galleria Civica Albani, fino al 26 febbraio 2023 sarà ospitata la mostra monografica dal titolo Aspetti del disegno negli artisti marchigiani del Novecento, con opere di una settantina di artisti di grande rilevanza che, aderendo all'idea del progetto tendente alla rivalutazione della tecnica del disegno, vuol ripercorrere storia e tradizione di questa peculiarità nella cultura artistica italiana, la quale origina dai grandi maestri del Rinascimento e si spinge fino alla tradizione tosco-romana fondata sul primato dell'esercizio grafico.
Orari: da mercoledì fino a lunedì ore 10-13 e 16-19 (il martedì e festività chiuso).


Galleria Civica Albani
 > 26 FEB. 2023 
Piazza Pascoli, 1 - 61029 Urbino PU
Tel. 339.8793762
giuseppebalduini.urbino@gmail.com

Ceal Floyer. Galleria Civica Albani | Via San Niccolò, 18r - 50125 Firenze Base / Progetti per l'arte di Firenze presenta venerdì 25 novembre 2022, dalle ore 17:00 alle ore 20:00, la mostra di Ceal Floyer. L'artista ha realizzato per Firenze un progetto al limite del paradosso, dal momento che può essere definito inedito pur nascendo dal riutilizzo di due lavori realizzati in precedenza. Tale esito è possibile poiché per la prima volta Ceal Floyer associa e fa convivere nello stesso contenitore architettonico due opere di tipo ambientale che vanno così a creare un dialogo del tutto site specific. I vecchi lavori - lei stessa ricorda - possono essere vissuti in modi nuovi secondo il luogo di esposizione. Questo modo di pensare dipende soprattutto dalla sua scelta di lavorare sulla combinazione della riflessione sulle pratiche dell'arte concettuale con un modo differente di osservare gli oggetti della quotidianità, che a un certo punto iniziano ad apparire come invisibili proprio perché sono dati per scontati.
Warning Birds è il titolo dell'intervento. Fino al 20 gennaio 2023.


BASE / PROGETTI PER L'ARTE
 > 20 JAN. 2023 
Via San Niccolò, 18r - 50125 Firenze

Colori potenti, intensi, vibranti, audaci, opere ai confini fra il figurativo e l'astratto dipinte fra il 2008 e il 2022 raccontano il percorso artistico di Ingrid Gozzano.
Giunge a Matera, dopo l'esposizione a maggio alla Galleria della Biblioteca Angelica (MiBACT) a Roma, la mostra Trame di luce personale di Ingrid Gozzano.
La personale presenta oltre venti dipinti in cui, come scrive Costanza Barbieri curatrice della mostra a Roma, "la materia-colore si rivela dapprima come elemento figurativo, identificato con lane stese al sole ad asciugare, sassi sul bordo del mare, muri dipinti, panni stesi all'aria e alla luce, oggetti annotati con cura, osservati o fotografati nel corso di viaggi, di passeggiate, d'improvvise rivelazioni.
La mostra sarà aperta al pubblico fino al 6 gennaio 2023. Dal martedì al sabato, dalle 16:00 alle 19:30, chiusa la domenica e il lunedì, il 25 dicembre e il 1 gennaio.


Ipogei di Palazzo Viceconte
 > 06 JAN. 2023 
Via San Potito, n.7 - Matera
Tel. +39 0835 330 699

L'Italia e l'Alliance Graphique Internationale. 25 grafici del '900 | Magazzino delle Idee, Corso Cavour - Trieste Il Magazzino delle Idee di Trieste presenta fino al 6 gennqio 2023 la mostra L'Italia e l'Alliance Graphique Internationale. 25 grafici del '900, curata da Carlo Vinti. L'esposizione è dedicata a 25 professionisti italiani appartenenti all'Alliance Graphique Internationale, l'associazione che dal 1951 riunisce i professionisti più importanti del mondo: attraverso le loro opere il percorso espositivo offre uno spaccato della storia della grafica italiana della seconda metà del '900.
La mostra nasce infatti in occasione del settantesimo AGI Congresso che quest'anno si è tenuto a Trieste. I venticinque autori in mostra, le cui radici culturali e professionali affondano nel secolo scorso, sono tra i maggiori esponenti della grafica italiana e del design internazionale: Franco Balan, Walter Ballmer, Franco Bassi, Egidio Bonfante, Erberto Carboni, Eugenio Carmi, Mimmo Castellano, Pierluigi Cerri, Giulio Cittato, Giulio Confalonieri, Silvio Coppola, Germano Facetti, Franco Grignani, Italo Lupi, Emanuele Luzzati, Riccardo Manzi, Armando Milani, Bruno Munari, Bob Noorda, Giovanni Pintori, Pino Tovaglia, Roberto Sambonet, Albe Steiner, Pierpaolo Vetta, Heinz Waibl. Da martedì a domenica 10.00-19.00; lunedì chiuso.


Magazzino delle Idee
 > 06 JAN. 2023 
Corso Cavour - Trieste

Giovanna Uzzani, Carlo Bimbi / Vocazione Designer, Bandecchi&Vivaldi | Carlo Bimbi / Ultima cena a Volterra | C2 Contemporanea, via Ugo Foscolo 6 - 50124 FirenzeIn occasione della vernice della mostra Carlo Bimbi / Ultima cena a Volterra (visitabile dal 2 dicembre 2022 all'8 gennaio 2023), negli spazi di C2 Contemporanea il 2 dicembre 2022 (ore 18:00) verrà presentato il volume di Giovanna Uzzani, edito da Bandecch Vivaldi, Carlo Bimbi / Vocazione Designer.
Il libro è nato come monografia, tesa a ripercorrere le tappe della vita e della ricerca professionale del designer Carlo Bimbi (Volterra, 1944), ambientate nella Toscana dai tardi anni sessanta fino al presente in atto. Sullo sfondo della storia individuale appaiono personaggi e scenari d'Italia - dal boom economico alle lotte studentesche, dal riflusso ai nuovi conformismi fino al presente in atto -, mentre sfilano maestri e compagni di ricerca, così come sperimentazioni, esperienze, committenze, viaggi, mostre, premi e le molte creazioni che hanno scandito i decenni dell'attività del designer volterrano. Un filo rosso attraversa questa storia: Volterra e il suo alabastro, genio del luogo, motivo di ispirazione, amore disillusione speranza. Lo sguardo dell'autrice sorvola così fra i cantieri dello studio di A2, tocca i primi successi internazionali di Bimbi con Internotredici, e giunge alla piena maturità di un interprete del gusto italiano dell'abitare.
Presentazione volume: 2 dicembre 2022 (ore 18:00).
Dai lavori di ricerca e dalle idee maturate nella stesura della monografia è nata l'idea della mostra, occasione di gioco condiviso, nel ricordo di un pensiero del grande Bruno Munari: «L'artista opera con la fantasia, il designer con la creatività»: pensiero che ha appunto accompagnato la progettazione della mostra, evocando con leggerezza e ardimento la ricerca di Bimbi.
La mostra si intitola Ultima cena a Volterra, come l'opera protagonista, il lungo tavolo della prima sala espositiva. Il piano di corten, scelto per la pigmentazione bruna, calda, eppure laconica, appare "imbandito" da sei piatti di alabastro sottoilluminati, raddoppiati nell'immagine allo specchio - dodici dunque gli invitati evocati, ma assenti -, contenenti frutti di alabastro e ceramica, frammenti di un autonomo universo poetico, con i suoi ornamenti ridondanti, più veri del vero, a tentare una caduta provocatoriamente esorcizzata, pensando ad una tradizione artigiana che ancora si affatica sulla replica di modelli obsoleti.
Lungo la parete vetrata di C2 Contemporanea si svolge la teoria di quattro preziose scenografie, occasione di riepilogo di alcuni momenti cruciali della lunga esperienza di designer. Sullo sfondo di quinte scenografiche di bronzo, di marmo, di terracotta, di alabastro, con le loro scanalature doriche, il bracciolo di Accademia, il papillon minimalista di C1390, la confortevole poltroncina Lisa.
Ai modelli si aggiunge la fusione in bronzo tratta dalla pietra grigia raccolta anni addietro sulla spiaggia di Policoro, levigata dal tempo e spezzata in tre parti, quasi un mantra, nello scorrere degli anni. Qui il bronzo appare dorato sulle fratture, e l'opera per questo si intitola Kintsugi, che, dalla lingua giapponese, sta per oro (kin) e riparare, ricongiungere (tsugi).
Le opere in mostra, raccolte nel volume, sono fissate dall'obiettivo fotografico di Emilio Pratesi.
La mostra resterà aperta dal 2 dicembre 2022 all'8 gennaio 2023.


C2 Contemporanea
 02 DEC. 2022 (H. 18:00) | Presentazione libro Giovanna Uzzani, Carlo Bimbi / Vocazione Designer, Bandecch Vivaldi 
via Ugo Foscolo 6 - 50124 Firenze
www.c2contemporanea2.com

C2 Contemporanea
 > 08 JAN. 2023 | Carlo Bimbi / Ultima cena a Volterra 
via Ugo Foscolo 6 - 50124 Firenze
www.c2contemporanea2.com
lo-pinto@libero.it
tel. 334 7970 531

Pier Paolo Pasolini. Tutto è santo. Il corpo politico | MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Via Guido Reni, 4°- Roma Arriva al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo la terza tappa della mostra Pier Paolo Pasolini. Tutto è santo. Il corpo politico, il grande progetto espositivo condiviso tra MAXXI, Palazzo Barberini e Palaexpo, in occasione del centenario della nascita del poeta.
Esposte al MAXXI le opere di 19 artisti contemporanei che evocano l'impegno politico di Pasolini, profeta a cui molte generazioni hanno guardato per tracciare le linee guida della loro ricerca.
In mostra lavori di Noor Abed, Elisabetta Benassi, Sammy Baloji, Paul Chan, Alvin Curran, Dante Ferretti, Jorge Fuembuena Loscertales, Claire Fontaine,Aziz Hazara, Huang Yong Ping, Mino Maccari, Nalini Malani, Fabio Mauri, Marzia Migliora, Ming Wong, Giulio Paolini, Pino Pascali, Francesco Vezzoli, Yan Pei-Ming. Le fotografie di Dino Pedriali, Gideon Bachmann e Deborah Beer, Paolo Ferrari. Oltre 200 documenti tra cui articoli e dattiloscritti originali, interviste audio e video, la sua agenda personale.
Fino al 12 marzo 2023.


MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo
 > 12 MAR. 2023 
Via Guido Reni, 4°- Roma

The Spirit of Will Eisner | PAFF! - Palazzo Arti Fumetti Friuli - Palazzo Galvani, Viale Dante, 33 - Pordenone La galleria PAFF! (Palazzo Arti Fumetto Friuli) presenta The Spirit of Will Eisner, fino al 26 febbraio 2023 al Palazzo Galvani in collaborazione con Art Références di Parigi.

Con questa mostra prosegue la prestigiosa programmazione che ha visto la partecipazione di artisti del calibro di Cavazzano per Disney, Milton Caniff con le sue leggendarie strips di avventura americane, la Marvel e i DC masters con i loro supereroi, una panoramica su Milo Manara oltre la serie erotica, la rinomata fantasy e il comico libro d'artista di fantascienza di Moebius, e del maestro Juanjo Guarnido.

Il lavoro di Eisner è universale e allo stesso tempo vicino, abbraccia ogni aspetto senza lasciare nulla al caso; attraverso il disegno, la sceneggiatura, la composizione, l'anatomia e il linguaggio corporeo dei personaggi, Eisner riesce a raccontare la vita vera, la realtà dei quartieri poveri dove egli stesso ha vissuto, influenzando ancora oggi molti autori contemporanei.
A rendere quest'atmosfera è sicuramente l'ispirazione alla letteratura Pulp, al cinema thriller e alla New York di quei tempi.
Da martedì a domenica dalle 10.00 alle 20.00.


PAFF! - Palazzo Arti Fumetti Friuli - Palazzo Galvani
 > 26 FEB. 2023 
Viale Dante, 33 - Pordenone
Tel. 0434392941
www.paff.it

Alberto Magnelli. Armocromie | Museo Novecento, Piazza Santa Maria Novella, 10 - Firenze Nell'ambito del progetto di valorizzazione delle opere e degli artisti presenti nelle collezioni civiche fiorentine, il Museo Novecento è lieto di presentare la mostra Alberto Magnelli. Armocromie, a cura di Eva Francioli.
La monografica, dedicata al maestro dell'astrattismo internazionale, si inserisce all'interno del ciclo espositivo che, con cadenza regolare, intende delineare dei brevi ritratti di grandi artisti del ventesimo secolo, nell'intento di approfondire specifici aspetti della loro pratica ed episodi meno indagati della loro vita.
Un'opera di Jean Arp, uno dei grandi maestri del Novecento, riaffiora dai depositi dei Musei Civici Fiorentini. Ancora una volta, il rapporto virtuoso tra il Museo Novecento e il mondo accademico ha dato vita a un'importante riscoperta: Larme de galaxie (1962), piccolo capolavoro donato dall'artista alsaziano alla città di Firenze all'indomani della drammatica alluvione del 1966, torna alla luce dopo circa tre anni di studio e ricerche.
Fino al 15 febbraio 2023.


Museo Novecento
 > 15 FEB. 2023 
Piazza Santa Maria Novella, 10 - Firenze

Tristano di Robilant. Galassie peculiari | Museo della Ceramica Ettore e Marco Levi Palazzo Fauzone di Germagnano, Piazza Maggiore, 1 - Mondovì - Cuneo Dal 7 novembre 2022 all'8 gennaio 2023 il Museo della Ceramica di Mondovì (Cuneo) presenta Galassie peculiari, mostra personale di Tristano di Robilant (Londra, 1964) a cura di Jean Blanchaert, con il coordinamento di Irina Eschenazi, che espone una trentina di opere in vetro e in ceramica, di cui almeno la metà create espressamente per la mostra, a cui si aggiungono ben otto poesie scritte dall'artista e scelte per questo contesto.
Dopo aver lavorato con materiali diversi nel 2005 Tristano di Robilant inizia a concentrarsi sulla produzione di opere in vetro, collaborando in modo continuativo col maestro vetraio Andrea Zilio, alla fornace Anfora di Murano. Le sue sculture in vetro trasparente mettono in equilibrio forme geometriche, luce e colore.


Museo della Ceramica Ettore e Marco Levi Palazzo Fauzone di Germagnano
 > 08 JAN. 2023 
Piazza Maggiore, 1 - Mondovì - Cuneo
www.museoceramicamondovi.it

Salvatore Arancio. We Don't Find The Pieces They Find Themselves | MIC - Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, Viale Baccarini, 19 - Faenza - Ravenna We Don't Find The Pieces They Find Themselves a cura di Irene Biolchini è un progetto che si focalizza sui processi di creazione, restauro e conservazione riflettendo sulla storia della ceramica, sulla sua durabilità e sulla dignità del lavoro silenzioso che avviene nei luoghi meno noti di un'istituzione. Con questo progetto, Salvatore Arancio continua la sua fascinazione per il medium della ceramica. In collaborazione con il MIC di Faenza, l'artista propone un dialogo con le parti nascoste al pubblico del museo.
Il progetto nel suo complesso, vuole affrontare temi legati alla fragilità e alla memoria, narrando allo stesso tempo come l'eccellenza e "know how" italiano venga utilizzato per riordinare il caos, dando una seconda vita a opere che altrimenti sarebbero per sempre perdute o rinchiuse nei depositi.
Aperto fino all'8 gennaio 2023 dal martedì al venerdì dalle 10 alle 14, sabato, domenica e festivi 10-18. Chiuso i lunedì non festivi, il 25 dicembre, 1 gennaio e 1 maggio.


MIC - Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
 > 08 JAN. 2023 
Viale Baccarini, 19 - Faenza - Ravenna
Info: 0546697311
info@micfaenza.org
www.micfaenza.org

Disney. L'arte di raccontare senza tempo | Palazzo Barberini, Via delle Quattro Fontane, 13 -  Roma Raccontare storie senza tempo riuscendo a incantare il pubblico è considerata una vera e propria arte, ma dietro l'immediatezza tipica del risultato artistico perfetto si nasconde - come spesso accade nel mondo dell'arte - un lavoro di ricerca creativa che dura anni, generalmente ignoto a chi ascolta queste storie. Dopo il successo al Mudec di Milano e a Palazzo Barberini di Roma, dal 14 ottobre 2022 al 2 aprile 2023 arriva a Palazzo Ducale di Genova Disney. L'arte di raccontare storie senza tempo, la mostra che racconta al pubblico questo processo creativo.
L'esposizione racconta la storia di Walt Disney, pioniere nell'arte dell'animazione, e i suoi personaggi più celebri a grandi e bambini. Walt Disney.
L'esposizione a Palazzo Ducale si arricchisce di una speciale collaborazione con la Collezione Wolfsoniana, museo che fa parte del Polo dei Musei di Nervi. In particolare, in mostra il pubblico potrà ammirare i pupazzi in pezza raffiguranti Biancaneve e i sette nani del 1936 ca.


Palazzo Ducale di Genova
 > 02 APR. 2023 
Piazza Giacomo Matteotti, 9 - 16123 Genova
Infoline: +39 010 897 2737
palazzoducale.genova.it

Henry Moore in Florence | Piazza della Signoria - Firenze / Sagrato dell'Abbazia di San Miniato al Monte - Firenze A cinquant'anni di distanza dalla memorabile mostra al Forte Belvedere del 1972, Firenze rende omaggio al maestro inglese con Henry Moore in Florence un progetto realizzato grazie alla rinnovata collaborazione con la Henry Moore Foundation e la BIAF - Biennale Internazionale dell'Antiquariato di Firenze e a cura di Sebastiano Barassi e Sergio Risaliti.
Due opere monumentali che saranno esposte rispettivamente in due luoghi simbolo della città, in dialogo con il patrimonio storico-artistico di Firenze.
Fino al 31 marzo 2023.


Piazza della Signoria
 > 31 MAR. 2023 
Firenze

Sagrato dell'Abbazia di San Miniato al Monte
 > 31 MAR. 2023 
Firenze

Erwin Wurm. Trans Formam (Salsiccia Fat Bus) | Galleria Poggiali di Firenze, Via della Scala, 35/A-29/Ar - Via Benedetta, 3r - Firenze Erwin Wurm (Bruc an der Mur, Austria, 1954), uno tra i maggiori protagonisti dell'arte contemporanea internazionale, espone le sue opere in un progetto appositamente concepito dal titolo Trans Formam negli spazi della Galleria Poggiali di Firenze.
A cura di Helmut Friedel, nella vicina Piazza Santa Maria Novella, in collaborazione con il Museo Novecento di Firenze e organizzata da Muse - la mostra prevede anche l'installazione, in prima mondiale assoluta, dell'opera Salsiccia Fat Bus, di carattere performativo, alla cui attivazione concorrerà il pubblico.
Fino al 23 marzo 2023.
Salsiccia Fat Bus consiste in un reale furgone, di colore lilla acceso, predisposto per la preparazione e la reale distribuzione di hot dog, modificato ironicamente attraverso l'utilizzo del poliuretano, che lo rende abnorme. Il pubblico richiederà e consumerà il cibo in cambio di un'offerta, che sarà destinata ad attività benefiche a favore di un'istituzione cittadina.


Galleria Poggiali di Firenze
 > 23 MAR. 2023 
Via della Scala, 35/A-29/Ar - Via Benedetta, 3r - Firenze
Tel. 055 287748

Kingdom of the Ill | Museion, Piazza Piero Siena, 1 - Bolzano Si è aperto Kingdom of the Ill, a cura di Sara Cluggish e Pavel S. Pys, secondo capitolo di Techno Humanities, il programma di ricerca a lungo termine avviato dal Direttore Bart van der Heide, mostra collettiva internazionale che interverrà su tutti gli spazi dell'intero edificio di Museion.
La mostra indaga la relazione tra l'individuo e i sistemi sociali, aziendali e istituzionali contemporanei che influenzano la nostra esperienza di guarigione e benessere. Inoltre cerca di rispondere all'attuale dibattito su salute e malattia, contaminazione e purezza, cura e abbandono chiedendosi come e da chi un corpo sia definito sano o malato.
La mostra è composta dai lavori di: Enrico Boccioletti, Brothers Sick, Shu Lea Cheang, Julia Frank, Sharona Franklin, Barbara Gamper, Nan Goldin and Prescription Addiction Intervention Now, Ingrid Hora, Adelita Husni-Bey, Ian Law (P.A.I.N.) , Carolyn Lazard, Lynn Hershman Leeson, Mary Maggic, Mattia Marzorati, P. Staff e Lauren Youden. Fino al 5 marzo 2023.


Museion
 > 05 MAR. 2023 
Piazza Piero Siena, 1 - Bolzano
www.museion.it

Presso i prestigiosi spazi del Museo della Tecnica Elettrica di Pavia si apre The Game. Elettricità e rivoluzione digitale. Una mostra ispirata al libro di Alessandro Baricco, un percorso affascinante ideato con Scuola Holden che, dal 30 settembre 2022 al 28 febbraio 2023, racconta gli ultimi 40 anni di evoluzione tecnologica che hanno modificato radicalmente la vita di ognuno di noi.
L'esposizione curata da Carlo Berizzi e Francesco Pietra, guida tra le "epoche" della rivoluzione digitale, presenta i protagonisti, indaga il passato e rilancia verso il futuro della tecnologia. Già all'ingresso del museo possiamo sperimentare in prima persona il cambiamento raccontato da Baricco; giocando a calcio balilla, flipper e Space Invaders, ci rendiamo conto che, piano piano, nel passaggio da un gioco all'altro tutto diventa più astratto, artificiale, leggero e veniamo catturati da una nuova realtà fatta di schermi, tastiere e codici.
Da lunedì a venerdì 14-18, sabato e domenica 10 - 18.


Museo della Tecnica Elettrica
 > 28 FEB. 2023 
Via Ferrata, 6 - Pavia

Regina José Galindo. Tierra (photo Courtesy prometeogallery di Ida Pisani) | PAV - Parco Arte Vivente, Via Giordano Bruno, 31 - 10134 Torino Nella cornice di Artissima, il PAV è lieto di inaugurare Tierra, mostra personale dell'artista Regina José Galindo, artista guatemalteca che da più di vent'anni indaga il tema della giustizia sociale attraverso pratiche performative il cui baricentro espressivo si situa nella relazione tra il corpo e l'ambiente.
L'esposizione, a cura di Marco Scotini, fa seguito a quelle dedicate all'artista indiana Navjot Altaf e all'artista indonesiana Arahmaiani nell'indagare le specifiche relazioni che intercorrono tra sfruttamento ambientale e soggetti oppressi, le donne e le minoranze, decentrando lo sguardo oltre i confini geografici e culturali del cosiddetto occidente.
Fino al 26 febbraio 2023.


PAV - Parco Arte Vivente
 > 26 FEB. 2023 
Via Giordano Bruno, 31 - 10134 Torino
www.parcoartevivente.it

L'occhio in gioco. Percezioni, impressioni e illusioni nell'arte dal Medioevo alla Contemporaneità | Palazzo del Monte di Pietà, Via Arco Valaresso - 35139 PadovaFondazione Cariparo e Università di Padova presentano L'occhio in gioco. Percezioni, impressioni e illusioni nell'arte dal Medioevo alla Contemporaneità: la grande mostra che sarà allestita a Palazzo del Monte di Pietà, a Padova, dal 24 settembre 2022 al 26 febbraio 2023.
La mostra unisce due dimensioni: lo sguardo generale che accompagna il visitatore a comprendere l'indagine e lo sviluppo delle arti sul tema del movimento, e uno - più specifico - che indaga i rapporti tra la psicologia della percezione e la creatività.
L'occhio in gioco spazia su due ambiti espositivi paralleli, due percorsi per certi aspetti autonomi ma riuniti dal momento storico su cui entrambi si focalizzano, gli anni '60, e dal rappresentare, entrambi, il nuovo che irrompe nell'arte.
La sezione dedicata alla percezione, al movimento, al colore, all'optical come caleidoscopio è curata da Luca Massimo Barbero, mentre quella denominata "La scuola patavina di psicologia della percezione, il Gruppo N e l'arte programmata" è affidata, tra gli altri, al prof. Guido Bartorelli e al prof. Giovanni Galfano dell'Università di Padova.


Palazzo del Monte di Pietà
 > 26 FEB. 2023 
Via Arco Valaresso - 35139 Padova

Bruce Nauman, Neons Corridors Rooms | Pirelli HangarBicocca, Via Chiese 2 - 20126 Milano Pirelli HangarBicocca presenta, dal 15 settembre 2022 al 26 febbraio 2023, la mostra Neons Corridors Rooms, dedicata a Bruce Nauman, uno degli artisti viventi di maggior rilievo della storia dell'arte contemporanea.
L'esposizione, organizzata da Pirelli HangarBicocca, Milano, in collaborazione con Tate Modern, Londra, e Stedelijk Museum Amsterdam, offre una panoramica approfondita sulla ricerca spaziale dell'artista e le sue sperimentazioni con l'architettura, l'uso della luce, del suono, del linguaggio e del video.
La mostra raccoglie trenta opere realizzate dalla seconda metà degli anni sessanta che esplorano la dimensione più innovativa della pratica di Bruce Nauman (Fort Wayne, Indiana, 1941; vive e lavora in New Mexico) con un focus sulla sua ricerca spaziale e architettonica.
Orari: giovedì 10.30-23, venerdì 12-23, sabato e domenica 10.30-20.30.


Pirelli HangarBicocca
 > 26 FEB. 2023 
Via Chiese 2 - 20126 Milano
T (+39) 02 66 11 15 73 | F (+39) 02 64 70 275

Sotto lo stesso cielo | Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah - MEIS, Via Piangipane, 79/83 - 44121 Ferrara Dal 14 ottobre 2022 al 5 febbraio 2023, con Sotto lo stesso cielo mostra a cura del direttore Amedeo Spagnoletto e Sharon Reichel il Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS approfondisce la festa ebraica delle capanne e le sue molteplici sfaccettature.
L'esposizione è dedicata agli aspetti religiosi, tradizionali e alla stretta connessione tra Natura ed espressioni artistiche che questa ricorrenza genera, con un percorso originale che invita i visitatori a partecipare attivamente, interagendo con ciò che vedono e ascoltano, contribuendo così all'arricchimento di significati della mostra.


Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah - MEIS
 > 05 FEB. 2023 
Via Piangipane, 79/83 - 44121 Ferrara
Tel + 39 0532 191 2039
info@meisweb.it

È stata presentata ieri Disegnare l'ebraico. Interpretazione artistica dell'Alef Bet, mostra ospitata al Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara che costituisce il culmine del progetto per la promozione della conoscenza dell'ebraico realizzato in collaborazione con l'Ambasciata d'Israele in Italia e l'Istituto Europeo di Design di Roma.
Il Museo espone nel padiglione d'accesso del suo edificio, nel suggestivo Giardino delle Domande, le 27 illustrazioni firmate da 16 studenti e due docenti dello IED di Roma, che accoglieranno i visitatori con rielaborazioni originali delle lettere dell'alfabeto ebraico. Ogni lettera è accompagnata da un testo di approfondimento dedicato ai significati nascosti e all'origine dell'ispirazione che ha portato alla realizzazione dei disegni. Tanti i riferimenti culturali e i parallelismi che sono alla base dei lavori: dai personaggi dei Tarocchi alla Kabbalah, dai Re di Israele alle ultime invenzioni scientifiche.
Fino al 5 febbraio 2023.

MEIS - Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah
 > 05 FEB. 2023 
Via Frangipane, 81 - Ferrara
www.meis.museum

Renato Leotta. La Soglia | MACTE - Museo di Arte Contemporanea di Termoli, Via Giappone - Termoli (CB) Grazie al premio mostra assegnato in occasione del LXII Premio Termoli 2020-2021, dal 20 ottobre 2022 al 29 gennaio 2023 Renato Leotta (Torino, 1982) è protagonista al MACTE Museo di Arte Contemporanea di Termoli della mostra personale La Soglia a cura di Caterina Riva.
A un anno di distanza dalla sua assegnazione, il premio porta al museo il progetto di Renato Leotta, dedicato, nelle parole dell'artista, "a quello spazio di tempo compreso tra terra mare e cielo", alla spiaggia intesa come "un lungo margine indefinito, nel quale agiscono forze che mettono in moto la narrazione poetica", un limine tra mondi.
Attraverso una serie di opere filmiche e scultoree esposte in mostra, Leotta propone "un racconto per immagini, sensazioni e opere, di approdi, partenze e stasi nel quale il tempo e l'io diventano un tutt'uno".


MACTE - Museo di Arte Contemporanea di Termoli
 > 29 JAN. 2023 
Via Giappone - Termoli (CB)
www.fondazionemacte.com

Ron Galella, Paparazzo Superstar | Palazzo Sarcinelli, Conegliano - Treviso (TV) A Conegliano Palazzo Sarcinelli ospiterà, dal 7 ottobre 2022 al 29 gennaio 2023, un'importante mostra con oltre 180 fotografie di Ron Galella, il più famoso paparazzo della storia della fotografia, scomparso il 30 aprile scorso all'età di 91 anni. Si tratta della prima retrospettiva al mondo sul grande fotografo statunitense di origini italiane.
La mostra Ron Galella, Paparazzo Superstar, è a cura di Alberto Damian, agente e gallerista di Galella per l'Italia.
Parlando di Ron Galella, Andy Warhol ebbe a dire: "Una buona foto deve ritrarre un personaggio famoso che sta facendo qualcosa di non famoso. Ecco perché il mio fotografo preferito è Ron Galella".
I celebri scatti ritraggono Jacqueline Kennedy Onassis, Lady Diana, Aristotele Onassis, Truman Capote, Steve McQueen, Robert Redford, Paul Newman, Elizabeth Taylor, Richard Burton, Al Pacino, Robert De Niro, Greta Garbo, Liza Minelli, Madonna, Elton John, John Lennon, Mick Jagger, Diana Ross, Elvis Presley, David Bowie. E poi gli italiani: Sophia Loren, Claudia Cardinale, Federico Fellini, Anna Magnani, Luciano Pavarotti, Gianni Agnelli, Gianni e Donatella Versace.


Palazzo Sarcinelli
 > 29 JAN. 2022 
Conegliano - Treviso (TV)

Andy Warhol. Icona Pop | Centro Culturale Altinate - San Gaetano, Via Altinate, 71 - 35121 Padova Andy Warhol. Icona Pop riunisce oltre 150 opere tra disegni, fotografie, incisioni, serigrafie, sculture e postcards, e si sviluppa su sei sezioni tematiche, a partire dal ritratto biografico del grande artista newyorkese. Offre un viaggio incalzante nell'eccentrico mondo di Warhol, soffermandosi sulla rappresentazione che Warhol propone della società e della cultura americane. Nel suo corpus di opere trovano spazio i marchi che popolavano l'immaginario pubblicitario diffuso negli Stati Uniti tra gli anni '60 e gli anni '70: come l'iconica zuppa Campbell. Accanto ai brand, Warhol rappresenta le icone dello spettacolo, a cui spetta un trattamento analogo rispetto ai prodotti. Il volto di Mick Jagger, di Sylvester Stallone o la star Marilyn sono "trattati" come prodotti di consumo rivestiti della medesima aura mistica con cui Warhol ripensa i suoi "oggetti" per trasformarli in un manufatto artistico.
Fino al 29 gennaio 2022.


Centro Culturale Altinate - San Gaetano
 > 29 JAN. 2023 
Via Altinate, 71 - 35121 Padova

Robert Capa. L'opera 1932-1954 | Palazzo Roverella, via Laurenti, 8/10 - Rovigo Robert Capa. L'opera 1932-1954, al Roverella, dall'8 ottobre 2022 al 29 gennaio 2023, a cura di Gabriel Bauret, è il nuovo appuntamento con la fotografia internazionale proposto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, ancora una volta affiancata dal Comune di Rovigo e dall'Accademia dei Concordi. La mostra consta di ben 366 fotografie selezionate dagli archivi dell'agenzia Magnum Photos e ripercorre le tappe principali della sua carriera, dando il giusto spazio ad alcune delle opere più iconiche che hanno incarnato la storia della fotografia del Novecento. Tuttavia essa non è pensata solo come una retrospettiva dell'opera di Robert Capa, ma mira piuttosto a rivelare attraverso le immagini proposte le sfaccettature, le minime pieghe di un personaggio passionale e in definitiva sfuggente, insaziabile e forse mai pienamente soddisfatto, che non esita a rischiare la vita per i suoi reportage.
Dal lunedì al venerdì 9-19; sabato, domenica e festivi dalle 9-20.


Palazzo Roverella
 > 29 JAN. 2023 
via Laurenti, 8/10 - Rovigo

Steve McCurry. Texture | Il Filatoio, Via Matteotti ,40 - Caraglio (CN) Steve McCurry. Texture è la mostra promossa e organizzata dalla Fondazione Artea, in collaborazione con Fondazione Filatoio Rosso, Civita Mostre e Musei, Sudest57 e Fondazione Antonio Ratti, che fa rivivere gli spazi dell'antico setificio attraverso un percorso espositivo pensato per "tessere" e intrecciare trame di vita: gli scatti provenienti da tutto il mondo del grande fotografo umanista americano dialogano con i tessuti e la storia del luogo, ex fabbrica di seta ora "fabbrica culturale".
Il potente obiettivo di McCurry accompagnerà i visitatori in un viaggio che documenta etnie, popoli e culture differenti.
Ad arricchire il percorso espositivo alcuni dei frammenti più significativi della Collezione Antonio Ratti: carte tecniche relative alla produzione tessile, antichi velluti e damaschi cinesi, pannelli ricamati della cultura kuba del Congo, matrici di stampa a riserva giapponesi, velluti turchi, tessuti ikat dell'Asia centrale, coloratissimi indumenti provenienti del centro America ed una sezione significativa di sete settecentesche europee che entreranno in dialogo con le fotografie di Steve McCurry.
Fino al 29 gennaio 2023. Giovedì e venerdì 15-19; sabato, domenica e festivi 10 -19.


Il Filatoio
 > 29 JAN. 2023 
Via Matteotti ,40 - Caraglio (CN)
www.fondazioneartea.org

Come un limone lunare è la mostra di Francesco Simeti (Palermo, 1968) che dal 23 settembre 2022 al 29 gennaio 2023 inaugura ufficialmente il programma di XNL Piacenza. Centro di arte contemporanea, cinema, teatro e musica, sotto la Direzione Artistica di Paola Nicolin.
Accanto a un'eterogenea selezione di lavori - collage, wallpaper, sculture, oggetti in ceramica, installazioni e opere pubbliche, frutto di più di venti anni di riflessioni sulla natura delle immagini - Simeti porta a Piacenza anche una nuova opera, pensata appositamente per le gallerie dedicate alle arti contemporanee di XNL: una macchina scenica, accogliente e immersiva - realizzata raccogliendo immagini da database digitali per la vendita di contenuti fotografici - che offre al pubblico una riflessione sulla Natura e su cosa spinge ad acquistarne le immagini.


XNL Piacenza
 > 29 JAN. 2023 
Centro d'arte contemporanea, cinema, teatro e musica
Via Santa Franca, 362 - 9121 Piacenza PC
T. +39 0523 323534
M. press@xnlpiacenza.it

SALVO. Sicilie e città | Dep Art Gallery, Via Comelico, 40 - Milano Dal 28 ottobre 2022 al 28 gennaio 2023, Dep Art Gallery presenta la mostra SALVO. Sicilie e città, a cura di Gianluca Ranzi, realizzata in collaborazione con l'Archivio Salvo.
L'evento espositivo si concentra su due momenti distinti della produzione dell'artista: le Sicilie e le Italie degli anni Settanta e il tema della città, con una serie di dipinti datati dal 1983 al 2003.

SALVO. Sicilie e città si inserisce in un percorso di studio e ricerca che Dep Art Gallery porta avanti da diversi anni sull'opera di Salvo, nome d'arte di Salvatore Mangione (Leonforte, 1947 - Torino, 2015).

Orari: dal martedì al sabato, 10.30 - 19.00.


Dep Art Gallery
 > 28 JAN. 2023 
Via Comelico, 40 - Milano
www.depart.it

Il Numinoso (photo: Lucio Fontana) | BUILDING, Via Monte di Pietà, 23 - Milano / Basilica di San Celso, Corso Italia, 37 - Milano BUILDING la mostra Il Numinoso a cura di Giorgio Verzotti, un progetto espositivo che indaga il senso del sacro nell'arte contemporanea.
Attraverso una selezione di opere realizzate dagli anni Sessanta a oggi, l'esposizione crea un dialogo tra più di venti artisti italiani, da importanti nomi del Novecento fino alle tendenze più recenti: Vincenzo Agnetti, Stefano Arienti, Ferruccio Ascari, Francesca Banchelli, Bizhan Bassiri, Alighiero Boetti, Gianni Caravaggio, Gino De Dominicis, Amalia Del Ponte, Chiara Dynys, Lucio Fontana (ph.), Gaspare, Francesco Gennari, Arianna Giorgi, Alberto Guidato, Jannis Kounellis, Maria Lai, Sergio Limonta, Marco Andrea Magni, Piero Manzoni, Simone Pellegrini, Michelangelo Pistoletto, Remo Salvadori, Nicola Samorì, Ettore Spalletti e Grazia Toderi.
Riunendo pittura, scultura, fotografia, arte tessile, disegni e installazioni, la mostra si sviluppa lungo i piani espositivi di BUILDING e presso la Basilica di San Celso, dove alcune opere interagiscono con i suggestivi ambienti di un luogo sacro. Parallelamente, presso la Galleria Moshe Tabibnia sarà presentata la mostra Sacro concreto dedicata al tema del sacro nei tessili antichi, accompagnata da un testo critico di Marco Meneguzzo.
BUILDING 27 ottobre 2022 - 28 gennaio 2023, martedì - sabato, 10 - 19. Basilica di San Celso 9 novembre 2022 - 22 dicembre 2022, martedì - sabato, 11 - 19.


BUILDING
 > 28 JAN. 2023 
Via Monte di Pietà, 23 - Milano

Arthur Jafa. Rhamesjafacoseyjafadrayton (Love Is the Message, the Message Is Death) | OGR Torino, Corso Castelfidardo, 22 - Torino OGR Torino annuncia la nuova mostra Rhamesjafacoseyjafadrayton di Arthur Jafa, la prima personale dedicata all'artista, regista e direttore della fotografia statunitense da un'istituzione italiana, in programma dal 4 novembre 2022 al 15 gennaio 2023.
Commissionato e prodotto da OGR Torino in collaborazione con la Serpentine di Londra, curato da Claude Adjil e Judith Waldmann con Hans Ulrich Obrist, il progetto nasce da un'idea di Amira Gad ed è concepito dall'artista per gli spazi del Binario 1 come un'unica grande installazione. In mostra alcuni dei lavori più recenti dell'artista, mai esposti prima in Italia.
Arthur Jafa, tra gli artisti internazionali più significativi della sua generazione, Leone d'oro come miglior artista alla 58ª Biennale di Venezia nel 2019, ha costruito nel corso della sua carriera un corpus di opere che sfida ogni categorizzazione nella sua ricerca sulla Blackness: con il suo lavoro, potente e lirico, combina in modo destabilizzante immagini e storie provenienti da diversi contesti.
Giovedì e venerdì, ore 18 - 22, sabato e domenica, ore 10 - 20.


OGR Torino
 > 15 JAN. 2023 
Corso Castelfidardo, 22 - Torino
www.ogrtorino.it

Basilica di San Celso
 > 09 NOV. 2022 
Corso Italia, 37 - Milano

Tony Cragg. Transfer | Il Museo Novecento, Piazza Santa Maria Novella - Firenze / Istituto degli Innocenti, Piazza Santissima Annunziata - Firenze Il Museo Novecento Firenze e Istituto degli Innocenti presentano Tony Cragg. Transfer a cura di Sergio Risaliti dal 23 settembre 2022 al 15 gennaio 2023. La mostra presenta una selezione di sculture e opere su carta del maestro inglese, uno dei più celebri esponenti della scultura contemporanea.
Il progetto, assolutamente inedito, è pensato come uno strumento di mediazione volto a presentare non solo le opere, ma anche il processo creativo dell'artista. Una possibilità di approfondimento del lavoro di Cragg, che ha aperto nuove e inedite possibilità di espressione all'arte, nuovi filoni di ricerca e una coraggiosa sperimentazione di materiali, tecnologie e fonti di ispirazione che hanno influenzato generazioni di artisti dagli anni Settanta a oggi.


Il Museo Novecento
 > 15 JAN. 2023 
Piazza Santa Maria Novella - Firenze

Istituto degli Innocenti
 > 15 JAN. 2023 
Piazza Santissima Annunziata - Firenze

Isorropia Homegallery e Signature by Regus sono lieti di annunciare la mostra A Galla di Luca Zarattini, al 6° piano di Signature Duomo.
L'iniziativa si sviluppa all'interno degli spazi di lavoro come valore aggiunto al vivere quotidiano. Porte aperte all'arte e alla cultura per creare un dialogo multidisciplinare a sostegno della crescita di persone e imprese.
L'incontro è una ricostruzione delle forze del mar Mediterraneo. Bacino a cui Zarattini è particolarmente legato, le sue 23 opere di cui due sculture cercano di sviscerare, disseminare il significato della realtà lagunare attraverso la ricostruzione delle sensazioni corporee che si scatenano quando il corpo incontra diversi elementi.
In mostra fino al 12 gennaio 2023.


Signature Duomo
 > 12 JAN. 2023 
Via San Raffaele, 1 - Milano

Dineo Seshee Bopape. Born in the first light of the morning [moswara'marapo] | Pirelli HangarBicocca, Via Chiese, 2 - 20126 MilanoDal 6 ottobre 2022 al 29 gennaio 2023 Pirelli HangarBicocca presenta Born in the first light of the morning [moswara'marapo] la mostra antologica dedicata al lavoro di Dineo Seshee Bopape e che include anche una nuova produzione. Grazie a una distintiva combinazione di immagini in movimento, elementi sonori, disegni a pareti e un vasto vocabolario materico - che include terreno, acqua, argilla, carbone, mattoni, cenere, erbe, legno, e luce naturale - l'artista concepisce in Pirelli HangarBicocca un paesaggio visivo poetico, offrendo una riflessione sui concetti di memoria, materiale e socio-politica, e di riconciliazione interiore e con la storia.
Da giovedì a domenica, 10.30-20.30.


Pirelli HangarBicocca
 > 09 JAN. 2023 
Via Chiese, 2 - 20126 Milano
T (+39) 02 66 11 15 73
info@hangarbicocca.org

Miniartextil. Rosa Alchemico | Villa Olmo, Via Cantoni, 1 - Como La 31° edizione di Miniartextil - manifestazione italiana dedicata alla Fiber Art internazionale - si svolge a Como, a Villa Olmo dal 16 ottobre 2022 all'8 gennaio 2023.
La scelta del titolo Rosa Alchemico nasce dalla volontà di dare vita a nuove forme di positività ed energia: il colore rosa trasmette pacificamente un'idea di libertà che, unita al sempre attuale concetto di alchimia appare la combinazione perfetta per liberare nuove idee.
La grande mostra intreccia nomi di artisti affermati e giovani talenti all'insegna della libertà e della mescolanza culturale e vede la partecipazione di nomi internazionali che per la prima volta espongono a Como.
Tra gli artisti Marinella Senatore, Jacopo Benassi, Emma Talbot, Igshaan Adams, Teresa Antignani, Ruben Montini, Gabriella Benedini, Raul Gabriel, Jaime Poblete, Pae White, Veronica Bisesti, Angela Ricci Lucchi, Luigi Ontani, Manuel Ameztoy.
Martedì - domenica 10.00 - 18.00.


Villa Olmo
 > 08 JAN. 2023 
Via Cantoni, 1 - Como
www.miniartextil.it

Nuove Tendenze. Leonardo Dudreville e l'avanguardia negli anni Dieci | Fondazione Ragghianti - Complesso monumentale di San Micheletto, Via San Micheletto 3, Lucca Non solo Futurismo. All'inizio del Novecento sono molte le realtà artistiche che cercano una nuova estetica e, tra queste, il gruppo Nuove Tendenze, fondato a Milano nel 1913 dal critico Ugo Nebbia e dall'artista Leonardo Dudreville, cui la Fondazione Ragghianti dedica dal 15 ottobre 2022 all'8 gennaio 2023 la mostra Nuove Tendenze. Leonardo Dudreville e l'avanguardia negli anni Dieci, a cura di Francesco Parisi.
Interessato alle tematiche musicali e relative agli stati d'animo, il movimento Nuove Tendenze ha molte assonanze con i gruppi di matrice secessionista su scala europea, ed è caratterizzato da un'assoluta libertà sperimentale. La mostra offre una lettura all'interno del contesto delle avanguardie internazionali e delle "mostre di fronda" italiane, affrancando Nuove Tendenze dall'etichetta di para-futurista, per quanto abbia con il movimento di Marinetti molte tangenze, soprattutto comunicative.


Fondazione Ragghianti - Complesso monumentale di San Micheletto
 > 08 JAN. 2023 
Via San Micheletto 3, Lucca
www.fondazioneragghianti.it

Roberto Capucci. Seriche armature | Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci, Fontanellato - Parma (PR) Il Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci Fontanellato (PR) accoglie Roberto Capucci. Seriche armature una grande mostra dedicata al maestro della moda Roberto Capucci. Nel 1993, la casa editrice di Franco Maria Ricci dedicò a Capucci un volume della collana Luxe, calme et volupté, serie di volumi che esploravano il mondo della moda attraverso le opere degli stilisti più affascinanti del Ventesimo secolo. Questa ricorrenza è stata la suggestione per organizzare questa nuova e originale mostra, che vanta la curatela della Fondazione Roberto Capucci e della Fondazione Franco Maria Ricci con la collaborazione di Sylvia Ferino. Roberto Capucci è un genio senza paragoni della moda e dello stile italiano, ammirato in tutto il mondo e le cui creazioni sono tutt'oggi esposte nei maggiori musei. La mostra del Labirinto ne vuole celebrare la carriera in diversi suoi aspetti, affiancando le sue creazioni, simili spesso a sculture, alle opere d'arte della collezione, creando così dialoghi nuovi e imprevisti, nuove suggestioni che avranno un effetto incredibile. Storici della moda e creativi di oggi sono d'accordo nell'affermare quanto per Capucci il termine "stilista" diventi quasi riduttivo, essendo un vero artista a tutto tondo, impossibile da inquadrare in una singola categoria.
Dall'8 ottobre 2022 all'8 gennaio 2023.


Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci
 > 08 JAN. 2022 
Fontanellato - Parma (PR)

CRAZY. La follia nell'arte contemporanea (photo: Ian Davenport, Poured Staircase, 2022) | Dart - Chiostro del Bramante, Via della Pace - Roma Dart - Chiostro del Bramante presenta CRAZY. La follia nell'arte contemporanea a Roma un grande progetto creativo ed espositivo a cura di Danilo Eccher con 21 artisti di rilievo internazionale, più di 11 installazioni site-specific inedite: per la prima volta le opere d'arte invaderanno gli spazi esterni e interni del Chiostro del Bramante di Roma, perché la follia non può avere limiti.
La percezione del mondo è il primo segnale di instabilità, il primo contatto fra realtà esterna e cervello, fra verità fisica e creatività poetica, fra leggi ottiche e disturbi neurologici.
Gli artisti chiamati a partecipare fanno parte di questa follia e sono Carlos Amorales, Hrafnhildur Arnardóttir / Shoplifter, Massimo Bartolini, Gianni Colombo, Petah Coyne, Ian Davenport (photo), Janet Echelman, Fallen Fruit / David Allen Burns e Austin Young, Lucio Fontana, Anne Hardy, Thomas Hirschhorn, Alfredo Jaar, Alfredo Pirri, Gianni Politi, Tobias Rehberger, Anri Sala, Yinka Shonibare, Sissi, Max Streicher, Pascale Marthine Tayou, Sun Yuan & Peng Yu.
La pazzia, come l'arte, rifiuta gli schemi stabiliti, fugge da ogni rigido inquadramento, si ribella alle costrizioni, così anche questo progetto. Nessun percorso ordinario e prevedibile a favore di un'esplosione creativa capace di espandersi, di modificare la percezione spaziale, come Una violenta onda d'urto che invade ogni stanza accessibile.
Fino all'8 gennaio 2023. Dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 20.00. Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00.

Dart - Chiostro del Bramante
 > 08 JAN. 2023 
Via della Pace - Roma

Massimo Bartolini, Hagoromo | Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci, Viale della Repubblica - Prato Con Hagoromo il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato dedica un'importante mostra a Massimo Bartolini (Cecina, 1962) dal 16 settembre 2022 all'8 gennaio 2023. La mostra è un nuovo capitolo del ciclo di monografie che il Centro organizza annualmente per presentare al pubblico l'opera di artisti e artiste italiane.
La mostra, a cura di Luca Cerizza con Elena Magini e realizzata in partnership con Intesa Sanpaolo, presenta una nuova installazione - la più grande mai realizzata dall'artista - appositamente concepita per gli spazi del museo, una sorta di nuova spina dorsale che guida lo spettatore alla scoperta di opere appartenenti a momenti diversi della sua carriera. Eludendo il carattere retrospettivo, l'organizzazione cronologica e tematica, la mostra funziona come un itinerario fatto di incontri sorprendenti e rivelatori.


Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci
 > 08 JAN. 2023 
Viale della Repubblica - Prato

Passione Novecento. Da Paul Klee a Damien Hirst Opere dalle collezioni private | Palazzo Medici Riccardi, Via Camillo Cavour, 3 - Firenze Palazzo Medici Riccardi, dove è nato il collezionismo moderno all'epoca di Cosimo il Vecchio e di Lorenzo Il Magnifico, ospita Passione Novecento. Da Paul Klee a Damien Hirst Opere dalle collezioni private a cura di Sergio Risaliti una prestigiosa selezione di opere di maestri del XX secolo provenienti da collezioni private fiorentine e toscane, con l'intento di collegare la grande tradizione rinascimentale del collezionismo e mecenatismo alla passione per l'arte del Novecento ancora coinvolgente nella nostra epoca.
La mostra ospita opere di: Giorgio de Chirico, Giorgio Morandi, Alberto Savinio, Arturo Martini, Fausto Melotti, Lucio Fontana, Alberto Burri, Paul Klee, Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Louise Burgeois, Alighiero Boetti, Daniel Buren, Damien Hirst, Cecily Brown, Ai Weiwei, Tracey Emin e altri.
Dal 24 settembre 2022 all'8 gennaio 2023.


Palazzo Medici Riccardi
 > 08 JAN. 2023 
Via Camillo Cavour, 3
50129 Firenze

Con 300 immagini di oltre 130 fotografe e fotografi provenienti da cinque continenti, torna ai Musei di San Domenico la fotografia internazionale protagonista di Civilization: Vivere, Sopravvivere, Buon Vivere, la mostra che dal 17 settembre 2022 all'8 gennaio 2023 affronta temi del presente e del futuro del mondo contemporaneo, sempre più caratterizzato dai fenomeni della interconnessione e della globalizzazione.
La mostra è il racconto per immagini della civiltà planetaria del XXI° secolo come grande impresa collettiva, capace di produrre innovazioni, scoperte e opportunità senza precedenti ma anche rischi e minacce alla sopravvivenza stessa dell'umanità.


Musei di San Domenico
 > 08 JAN. 2023 
Piazza Guido da Montefeltro, 12 - Forlì
www.mostracivilization.it

Dal 24 settembre 2022 all'8 gennaio 2023 Villa Manin di Passariano di Codroipo (Udine), Cinemazero (Pordenone) e il Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia (Pordenone) presentano la mostra Pier Paolo Pasolini. Sotto gli occhi del mondo, a cura di Silvia Martín Gutiérrez, in occasione del centenario dalla nascita del grande artista, poeta, scrittore, intellettuale e regista italiano.
Con oltre 170 ritratti inediti, rari, non visti di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 1922 - Roma, 1975), l'esposizione riporta alla luce interi servizi fotografici - fino ad oggi misconosciuti - puntando soprattutto sui grandi fotografi stranieri(alcuni di eccezionale fama, come Richard Avedon, Herbert List, Henri Cartier-Bresson, Jerry Bauer, Jonas Mekas, Lütfi Özkök, Erika Rabau, Duane Michals, Philippe Koudjina, Marli Shamir e tanti altri) e sui luoghi, i momenti e gli incontri che hanno contraddistinto la vita di Pasolini, restituendone l'immagine di uomo e artista nel mondo, fissata per sempre in decine e decine di pose diverse.


Villa Manin
 > 08 JAN. 2023 
Piazzale Manin 10 - Passariano di Codroipo (UD)

I Maestri del Novecento: da Guttuso a Vedova. Opere dalla collezione Alberto Della Ragione | Antiquarium di Centuripe, Piazza Lanuvio, 28 - Centuripe (Enna)Dal 29 luglio 2022 all'8 gennaio 2023, l'Antiquarium di Centuripe ospita la mostra I Maestri del Novecento: da Guttuso a Vedova. Opere dalla collezione Alberto Della Ragione a cura di Sergio Risaliti, Direttore del Museo Novecento.
Il progetto espositivo nasce dalla collaborazione tra il Comune di Centuripe e il Museo Novecento di Firenze, con l'intento di rendere fruibile una selezione di capolavori esposti per la prima volta in Sicilia e provenienti da una delle più importanti raccolte dedicate all'arte italiana del Novecento: la Collezione Alberto Della Ragione.
La raccolta, composta da oltre duecento opere, fu donata dall'ingegnere Alberto Della Ragione al Comune di Firenze nel 1970, all'indomani della violenta alluvione che colpì la città nel 1966.
Martedì - domenica ore 10 - 13 / 15 - 20. Chiuso il lunedì - 14 Agosto.

Antiquarium di Centuripe
 > 08 JAN. 2023 
Piazza Lanuvio, 28 - Centuripe (Enna)

Giacomelli | Burri. Fotografia e immaginario materico / Scarpa/Olivetti. Brani di una storia condivisa | MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Via Guido Reni, 4° - 00196 Roma RM Al MAXXI con la mostra Giacomelli | Burri. Fotografia e immaginario materico sono esposte una selezione di fotografie di Mario Giacomelli dedicate al paesaggio, in dialogo con alcune opere grafiche e multi materiche di Alberto Burri, oltre a documenti d'archivio che testimoniano il rapporto tra i due artisti.
Fino al 6 febbraio 2022.

Con Scarpa/Olivetti. Brani di una storia condivisa, che attraverso disegni, fotografie, documenti e pubblicazioni racconta lo straordinario ventennio di collaborazione tra Carlo Scarpa e la Olivetti.
Fino al 29 maggio 2022.

Inoltre Casa Balla riapre le sue porte! Fino al 31 dicembre 2022 un anno intero per visitare la casa d'artista del genio futurista.

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
 > 06 FEB. 2022 (Giacomelli | Burri) 
 > 29 MAY 2022 (Scarpa/Olivetti) 
 > 31 DEC. 2022 (Casa Balla) 
Via Guido Reni, 4° - 00196 Roma RM
Tel 06 320 1954

Gió Marconi è lieto di annunciare Xylon - Acquarelli, pitture, libri e poesie 2008 / 2021, la sesta personale di André Butzer con la galleria.
La mostra mette in evidenza un nucleo molto importante della pratica dell'artista: una serie di opere su carta che Butzer ha continuato a produrre in concomitanza con i suoi dipinti.
In galleria sarà visibile un gruppo di undici disegni in bianco e nero su larga scala realizzati a partire dal 2008, che verrà esposto per la prima volta e che sarà messo in dialogo con le più recenti opere figurative e astratte su carta.
Fino al 20 dicembre 2022.


Gió Marconi
 > 20 DEC. 2022 
Via Tadino, 15 - Milano

Vibeke Mascini | Fondazione Arnaldo Pomodoro, Via Vigevano, 9 - Milano Dal 28 settembre 2022 la Fondazione Arnaldo Pomodoro presenta Rendezvous di Vibeke Mascini, il secondo appuntamento dell'annuale ciclo espositivo di Project Room, progetto "osservatorio" della Fondazione affidato per il 2022 alle curatrici Chiara Pirozzi e Alessandra Troncone.
Nel progetto inedito che Vibeke Mascini (L'Aia, 1989) ha concepito per gli spazi della Fondazione, l'artista olandese mette in dialogo le sue ricerche con le suggestioni provenienti dall'approfondimento della pratica artistica di Arnaldo Pomodoro e dei documenti conservati nel suo archivio.
Interessata alle possibilità di trasformazione della materia attraverso l'uso alternativo e autogenerativo dell'elettricità - intesa come proprietà naturale o come frutto di processi industriali - Mascini realizza installazioni multimediali complesse, spesso in collaborazione con studiosi di altre discipline, giocate sull'equilibrio di concetti speculari come vita-morte, positivo-negativo, azione-stasi.
Fino al 18 dicembre 2022.


Fondazione Arnaldo Pomodoro
 > 18 DEC. 2022 
Via Vigevano, 9 - Milano

Enrica Borghi. Modulare lo scarto | Fondazione Sabe per l'arte, Via Giovanni Pascoli, 31 - Ravenna La Fondazione Sabe per l'arte presenta la mostra personale dell'artista Enrica Borghi dal titolo Modulare lo scarto, a cura di Pasquale Fameli, realizzata nell'ambito di Ravenna Mosaico - VII Biennale di Mosaico Contemporaneo. Lo spazio espositivo, inaugurato nel novembre 2021 a pochi passi dal MAR - Museo d'Arte di Ravenna, intende porsi quale punto di riferimento per la promozione e la diffusione dell'arte contemporanea, con una particolare attenzione alla scultura.
La mostra, che proseguirà fino al 17 dicembre 2022, intende evidenziare il dialogo che Enrica Borghi intrattiene da anni con la tecnica del mosaico, aggiornata tanto nei materiali quanto nei significati, attraverso una ricerca artistica che si caratterizza per il riuso di frammenti ed elementi di scarto.


Fondazione Sabe per l'arte
 > 17 DEC. 2022 
Via Giovanni Pascoli, 31 - Ravenna

A plus A Gallery è lieta di annunciare la mostra personale di Enej Gala, Nevereverevereverevereverever learn, che presenta una serie di opere realizzate dall'artista negli ultimi due anni tra il suo studio a Dolanci (Slovenia) e Londra, dove attualmente risiede per frequentare la Royal Academy of Arts.
Rivalutando le tracce di Richard Teschner, singolare burattinaio che operava nella prima metà del Novecento tra Praga e Vienna, la mostra prende forma intorno all'artificialità di un mondo immaginario per ripensare a fondo il momento in cui la condizione umana è stata stratificata da nuove gerarchie e retoriche conflittuali.
Fino al 17 dicembre 2022.


AplusA Gallery
 > 17 DEC. 2022 
San Marco, 3073 - 30124 Venezia
Tel/Fax: 0412770466
www.aplusa.it

Andrea Bowers. Moving in Space without Asking Permission | GAM - Galleria d'Arte Moderna di Milano, Via Palestro, 16 - 20121 Milano MI Fondazione Furla e GAM - Galleria d'Arte Moderna di Milano sono liete di annunciare Moving in Space without Asking Permission, una mostra di Andrea Bowers a cura di Bruna Roccasalva.
Prima personale di Andrea Bowers in un'istituzione italiana, la mostra offre un'esperienza immersiva all'interno del lavoro dell'artista e del suo impegno nella lotta per la parità di genere e l'emancipazione della donna.
Andrea Bowers è un'artista e attivista americana la cui ricerca combina pratica estetica e impegno politico da una prospettiva femminista.
La mostra fa parte di una più ampia riflessione sul femminismo che Bowers porta avanti da tempo, e si concentra in particolare sulla relazione tra femminismo e autonomia corporea, con uno sguardo rivolto sia al presente sia alla storia del nostro Paese. Ogni progetto di Bowers parte da un approfondito lavoro di ricerca sul contesto in cui si trova a operare e dall'incontro con il suo tessuto sociale.
Fino al 18 dicembre, 2022.


GAM - Galleria d'Arte Moderna di Milano
 > 12 DEC. 2022 
Via Palestro, 16 - 20121 Milano MI
Tel. 02 8844 5943

Moda e Pubblicità in Italia | Fondazione Magnani-Rocca, Via Fondazione Magnani Rocca, 4 - Mamiano di Traversetolo (Parma) Moda e Pubblicità in Italia documenta la nascita della moda in Italia raccontata attraverso 150 affascinanti opere da fine Ottocento a metà Novecento. A cura di Dario Cimorelli, Eugenia Paulicelli, Stefano Roffi.
Moda e pubblicità in Italia sono parte dell'immaginario collettivo di un intero Paese, di un sentire, guardare e inventare il mondo. La mostra indaga come l'affermarsi dei grandi magazzini risponda alle richieste di una società nuova che aspira a potersi rappresentare, una società figlia della rivoluzione industriale che trova negli abiti e negli oggetti, i testimoni della propria esistenza e delle proprie diversità.
Uno sviluppo, quello dei nuovi centri del consumo, che cambia scala per dimensione e velocità: dalle tradizionali piccole botteghe dove si modellava e cuciva l'abito su misura, nasce il grande magazzino, la clientela entra in edifici lussureggianti che traboccano di merci e può scegliere liberamente trovando, accanto all'abito su misura, il prêt-à-porter e, in base alle disponibilità, compone il suo corredo.
Fino all'11 dicembre 2022. Dal martedì al venerdì 10-18, sabato, domenica e festivi 10-19.


Fondazione Magnani-Rocca
 > 11 DEC. 2022 
Via Fondazione Magnani Rocca, 4
Mamiano di Traversetolo (Parma)

Peter Halley: Columns in 10 Colors | PINACOTECA DRIVE-IN | Garage dell'Agenzia Generali Brescia Castello, Via Pusterla, 45 - Brescia Il percorso sotterraneo d'arte contemporanea del Garage dell'Agenzia Generali di Brescia Castello inaugurato nel 2020 si arricchisce di un nuovo intervento permanente dell'artista americano Peter Halley: Columns in 10 Colors un'installazione site-specific realizzata con la collaborazione degli studenti dell'Accademia di Belle Arti SantaGiulia veste di colori fluorescenti pareti e pilastri degli spazi dell'autorimessa di via Pusterla.
Inizia così un nuovo cammino, che porterà nei prossimi anni alla nascita della PINACOTECA DRIVE-IN: un "museo" non convenzionale, dinamico, accessibile a tutti e visitabile senza scendere dalla propria automobile, che di anno in anno andrà ad arricchirsi di nuovi lavori e interventi che ne implementeranno la "collezione".
Dall'1 al 31 ottobre 2021 la mostra è visitabile nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30, sabato e domenica dalle 15 alle 20. Dal 1 novembre 2021 visitabile su appuntamento.

Garage dell'Agenzia Generali Brescia Castello
 DAL / FROM NOV. 2021 (su appuntamento) 
Via Pusterla, 45 - Brescia

Collezione Casamonti. Dagli anni '60 agli inizi del XXI secolo (photo: Fabio Gambina) | Palazzo Bartolini Salimbeni - Piano Nobile, piazza Santa Trinita - Firenze Aperta al pubblico il 25 marzo dello scorso anno, la Collezione Casamonti allestita al Piano Nobile di Palazzo Bartolini Salimbeni, storico edificio capolavoro architettonico rinascimentale opera di Baccio d'Agnolo, si rinnova totalmente.
E' il rinnovo programmato ed annunciato da Roberto Casamonti già al momento dell'apertura al pubblico. Con l'obiettivo di presentare e mettere a disposizione dei visitatori il fior fiore dell'ampia Collezione personale, raccolta dal noto gallerista fiorentino in 40 anni di appassionate ricerche.
Nel primo anno di apertura ad essere esposti in palazzo Salimbeni sono stati i capolavori della prima metà del Novecento, accolti con notevolissimo interesse da pubblico e critica. Ad essere rivelata è ora Dagli anni '60 agli inizi del XXI secolo l'arte della seconda parte del secolo e le proposte si confermano all'altezza delle maggiori istituzioni museali attive in questo ambito. L'elenco degli artisti qui presenti è da manuale. Volendo individuarli per movimenti, si inizia con l'Arte Povera da Penone, Ceroli, Zorio, Merz, Pistoletto, Kounellis, Gilardi, Boetti, Calzolari fino ad arrivare a Pascali. Mentre Biasi, Colombo e Bury, testimoniano l'Arte Cinetica o Programmata. Agnetti e Paolini, l'Arte Concettuale.
Collezione Casamonti. Dagli anni '60 agli inizi del XXI secolo | Palazzo Bartolini Salimbeni - Piano Nobile, piazza Santa Trinita - Firenze Per il Nouveau Réalisme la scelta è caduta su Cesar, Arman, Spoerri, Klein, Hains, Christo, mentre Nam June Paik e Chiari testimoniano il movimento Fluxus. Poi la cosiddetta Scuola di Piazza del Popolo con Schifano, Angeli, Festa, Tacchi, Mambor e Lombardo; la Land Art con Long e Christo; il New Dada con Rauschenberg e Dine.
Gilbert&George, Ontani, Marina Abramovic, Vanessa Beecroft interpretano la Body Art, opere affiancate dal video di Bill Viola; mentre in riferimento alla Pop e Graffiti Art sono presenti Andy Warhol, Keith Haring e Basquiat.
Il movimento della Transavanguardia è documentato da Paladino, Clemente, De Maria e Chia.
Con loro la Collezione propone una sequenza non meno spettacolare di altri interpreti: da Melotti, Pomodoro, De Dominicis, Parmiggiani, Adami, Marca-relli, Uncini, Cattelan, Isgrò. Tra i grandi dell'arte internazionale ricordiamo opere di: Mirò, Tàpies, Uecker, Kiefer, Kapoor, Cragg.
Orari di apertura pubblico: mercoledì, giovedì, venerdì, sabato, domenica dalle ore 11.30 alle ore 19.00.

Palazzo Bartolini Salimbeni - Piano Nobile
 DAL / FROM 25 MAR. 2019 
piazza Santa Trinita - Firenze
Informazioni e prenotazioni:
www.collezionerobertocasamonti.com
Tel. 055.602030
prenotazioni@collezionerobertocasamonti.com
info@collezionerobertocasamonti.com

 EXHIBITION ARCHIVES 2022  [open/close]
 EXHIBITION ARCHIVES 2021  [open/close]
 EXHIBITION ARCHIVES 2020  [open/close]
 EXHIBITION ARCHIVES 2019  [open/close]
 EXHIBITION ARCHIVES 2018  [open/close]